Versione Italiana Versione Italiana English Version English Version
Versione del sito per IPOVEDENTI
{CURRENTDATE}


{MENUKOOLVERT}


Accedi alla Home Page
dell' Ente
 
News
30/08/2017
:: EVENTI NEL PARCO SETTEMBRE 2017
Eventi nel Parco di Montemarcello Magra Vara organizzati per Settembre. Finanziati dalla Regione Liguria nell'ambito dei progetti Turismo attivo e Green & Blue...
26/07/2017
:: Concorso mieli dei Parchi della Liguria 2017
Parte il Concorso “Mieli dei Parchi della Liguria” edizione 2017, manifestazione che negli anni passati ha prodotto sempre ottimi e interessanti risultati. Sono invitati a partecipare gli apicoltori che operano in area Parco o in aree a queste funzionalmente connesse, ed in regola con le vigenti leggi sull’apicoltura....
10/07/2017
:: AVVISO AI PARTECIPANTI INCONTRI FORMATIVI SU RECINZIONI ELETTRICHE PER CINGHIALI
I partecipanti agli incontri formativi sulle recinzioni elettrificate per cinghiali possono ritirare l'attestato di presenza presso gli uffici dell'Ente, dalle 8.00 alle 14.00, dal lunedì al venerdì...
10/07/2017
:: Progetto GIREPAM
E' disponibile il report del Progetto INTERREG GIREPAM “Gestione Integrata delle Reti Ecologiche attraverso i Parchi e le Aree Marine, Progetto di cooperazione”...
05/07/2017
:: Comunicato presidente Tedeschi a Federparchi
Il presente Comunicato è stato presentato dal presidente dell'Ente Parco Pietro Tedeschi ed approvato dalla Federparchi Liguria nella riunione del 27 giugno svoltasi a Genova e parte integrante inviata all'assessore Mai per la richiesta di un incontro chiarificatore sulla proposta di legge di soppressione del parco....
28/06/2017
:: ESCURSIONI GUIDATE FARFALLA DORATA
Il Cea del Parco di Montemarcello Magra, in collaborazione con il Professor Enrico Calzolari, organizza un calendario di escursioni guidate per vedere il fenomeno della Farfalla dorata di Monti San Lorenzo...
22/05/2017
:: Avviso pubblico di manifestazione di interesse
Avviso pubblico di manifestazione di interesse da parte di soggetti che intendono aderire alla iniziativa "ADOTTA UN SENTIERO" dell'Ente Parco di Montemarcello-Magra-Vara...
18/05/2017
:: CALENDARIO EVENTI 2017
A maggio fioriscono anche le attività del Parco...
17/05/2017
:: Il 18 maggio Kickoff Meeting del progetto INTENSE a Livorno
Il Parco di Montemarcello Magra Vara parteciperà al kickoff meeting del progetto INTENSE che si terrà il 18 maggio a Livorno ...
05/05/2017
:: Presentazione Libro "Orti Botanici, eccellenze italiane"
Domenica 28 maggio alle ore 15,00, nella Piazza XIII Dicembre del paese di Montemarcello sarà presentato il volume “Orti Botanici, eccellenze italiane”. Partecipa all’incontro il professore Gianni Bedini,del dipartimento di Biologia dell’Università di Pisa e coautore del volume. ...
Iscriviti alla newsletter
Nome:
Cognome:
Email:
 
Home Page > Visitare il Parco > Norme di comportamento

Norme di comportamento

NON ACCENDETE FUOCHI DENTRO O VICINO AL BOSCO
Accendere fuochi dentro o vicino al bosco è un’azione ad alto rischio per il bosco, per il tuo prossimo e per te stesso!

Informativa a cura di:

Corpo Forestale dello Stato
Coordinamento Provinciale della Spezia
Via XXIV Maggio 3 - 19124 La Spezia
Tel 0187 734 412 – 23013 – fax 0187 24008
e-mail:
cp.laspezia@corpoforestale.it - www.corpoforestale.it


Molte persone hanno l’abitudine, per liberarsi dei residui delle potature, delle malerbe falciate o per fare “pulizia “, di utilizzare il fuoco.
E’ un’operazione che hanno sempre visto fare,  che hanno sempre fatto e che, nella stragrande maggioranza dei casi, non ha creato spiacevoli conseguenze. In altri casi è andata male: il fuoco è sfuggito al controllo, si è propagato senza che fosse possibile arrestarlo ed è diventato un incendio.
Tutti quelli a cui è “scappato” il fuoco si sono presi un brutto spavento, molti sono finiti in Tribunale, qualcuno, addirittura, ha perso la vita.
Pertanto, nell’invitarvi a non correre rischi inutili di cui potreste pentirVi amaramente riteniamo di far cosa utile spiegandoVi quali comportamenti sono consentiti o vietati dalle leggi vigenti.

Definizione di bosco.
(dall’art. 2 della Legge regionale  22 gennaio 1999, n.4)
Nel territorio della Regione Liguria si considera bosco il terreno coperto da vegetazione forestale arborea e/o arbustiva, di origine naturale o artificiale, in qualsiasi stadio di sviluppo nonché il terreno temporaneamente privo della preesistente vegetazione forestale arborea e/o arbustiva per cause naturali o per interventi dell’uomo. Un appezzamento di terreno che presenti i requisiti predetti ma abbia una superficie inferiore a cinquemila metri quadrati e disti da altri appezzamenti boscati almeno cinquanta metri misurati fra i margini più vicini non è considerato bosco.
Non sono da considerarsi un bosco: gli appezzamenti di terreno agricolo incolti da meno di quindici anni; i prati e i pascoli arborati il cui grado di copertura arborea non sia più della metà della loro superficie; i castagneti da frutto purché razionalmente coltivati (ovvero: sono specializzati nella produzione del frutto; hanno densità di impianto non superiore a 350 piante per ogni diecimila metri quadrati; sul suolo vi è assenza di altre piante arboree e arbustive e relativa rinnovazione; vi è assenza di consistenti strati di foglie, ricci e altro materiale organico); le colture arboree e arbustive specializzate da frutto, da fiore, da fronda, da ornamento e da legno; i filari di piante, i vivai, i giardini e i parchi urbani.

Stato di grave pericolosità.
(dall’art. 42 della Legge regionale  22 gennaio 1999, n.4)
Nei periodi durante i quali il pericolo di incendio per i boschi è maggiore il Responsabile del Centro Operativo Regionale Antincendio Boschivo dichiara lo “stato di grave pericolosità”.
Durante il periodo di grave pericolosità in tutti i boschi e nelle superfici di cui all’art. 2, comma 2, lett. a), b), c), d) e f) (appezzamenti di terreno agricolo incolti da meno di quindici anni; i prati e i pascoli arborati il cui grado di copertura arborea non sia più della metà della loro superficie;  castagneti da frutto;  colture arboree e arbustive specializzate da frutto, da fiore, da fronda, da ornamento e da legno;  filari di piante,  vivai,  giardini e  parchi urbani) della Legge Regionale 4/1999 ed in ogni altra parte del territorio in prossimità dei boschi nella quale possa esservi pericolo di incendio è vietato: accendere fuochi, far brillare mine, usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli, usare motori, fornelli o inceneritori che producano faville o brace, fumare, o compiere ogni altra operazione che possa creare comunque pericolo di incendio.

La notizia della dichiarazione viene data dai programmi televisivi regionali, dai quotidiani con cronaca locale e in ogni caso ne sono informati i Comuni, il C.I.D.A.F. - SARZANA e i Comandi Stazione del Corpo Forestale dello Stato. Chiunque può rivolgersi agli Enti predetti per essere informato.

Ulteriori cautele per la prevenzione degli incendi boschivi
(dall’ art. 45 comma 2 della Legge Regionale. 22 gennaio 1999, n. 4)
Fatto salvo quanto previsto dall’art. 12 della L.R. 4/1999 (inerente il regime di tutela degli alberi monumentali) nel caso di fabbricati già esistenti all’interno di un’area a bosco ed adibiti ad uso abitativo o ad uso stalla, è consentita, senza necessità di rilascio di autorizzazioni ai fini paesistico-ambientali e forestali, la creazione di una fascia di rispetto devegetata di profondità non superiore a 15 metri lineari misurati dal perimetro dei fabbricati stessi.

Numeri telefonici utili
Ispettorato Ripartimentale delle Foreste – La Spezia- Telefono: 0187 23013 oppure 0187 734412
Comando Stazione Corpo Forestale dello Stato – Sarzana (Comuni di Ameglia, Arcola, Castelnuovo Magra, Lerici, Ortonovo, Santo Stefano di Magra, Sarzana) – Telefono: 0187 624322
Comando Stazione Corpo Forestale dello Stato – La Spezia (Comuni di La Spezia e Portovenere) – Telefono: 0187 739008
Comando Stazione Corpo Forestale dello Stato-Piana Battolla – (Comune di Vezzano Ligure) – Telefono: 0187 558309

NUMERI VERDI SEGNALAZIONE INCENDI BOSCHIVI
800-807047 Servizio  Regionale Antincendio  Boschivo
1515 Corpo Forestale dello Stato
 
COSA PREVEDE LA LEGGE
Estratto delle Prescrizioni di Massima e di Polizia Forestale
(Regolamento regionale 29 giugno 1999, n. 1)
- in linea generale è vietato a chiunque accendere fuochi all’aperto nei boschi o ad una distanza inferiore a cento metri dai medesimi. L’uso del fuoco è consentito ad una distanza superiore ai cento metri dai boschi purché vengano adottate idonee misure di prevenzione adeguate alla natura e all’intensità del fuoco medesimo.
- l’uso del fuoco per abbruciare residui vegetali connessi all’esercizio dell’attività agricola è consentito a distanze superiori a ottanta metri dal bosco.
- l’uso del fuoco per abbruciare residui vegetali connessi all’esercizio delle attività agricole è consentito anche a distanze inferiori a ottanta metri dal bosco purché il terreno su cui viene acceso il fuco sia circoscritto ed isolato naturalmente ovvero con solchi di aratro, zappature per l’eliminazione della cotica erbosa o con altro mezzo efficace ad arrestare il fuoco. L’abbruciamento è comunque vietato da un’ora dopo il tramonto ad un’ora prima del sorgere del sole e quando spira il vento.
- l’uso del fuoco per abbruciare residui vegetali a distanze inferiori a metri cinquanta dal bosco deve essere sempre comunicato all’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste competente per territorio con preavviso di almeno cinque giorni. L’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste può dettare particolari prescrizioni di prevenzione o vietare l’abbruciamento qualora ne ricorra la necessità. In tutti i casi devono essere adottate le seguenti modalità e cautele: il terreno su cui viene acceso il fuco sia circoscritto ed isolato naturalmente ovvero con solchi di aratro, zappature per l’eliminazione della cotica erbosa o con altro mezzo efficace ad arrestare il fuoco. L’abbruciamento è comunque vietato da un’ora dopo il tramonto ad un’ora prima del sorgere del sole e quando spira il vento. Quando è vigente lo” stato di grave pericolosità” non è consentito l’abbruciamento dei residui vegetali a distanze inferiori a cinquanta metri dal bosco.
- l’abbruciamento dei residui vegetali all’interno del bosco, qualora necessario in relazione alle operazioni silvo-colturali da eseguire, deve essere autorizzato dall’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste, valutate di volta in volta le circostanze di fatto. L’abbruciamento è comunque vietato da un’ora dopo il tramonto ad un’ora prima del sorgere del sole e quando spira il vento. Quando vige lo “stato di grave pericolosità” l’abbruciamento dei residui vegetali all’interno del bosco è , comunque vietato.
- è consentito accendere fuochi nelle aree idoneamente attrezzare a scopo turistico- ricreativo, dotate di specifiche strutture fisse.
- l’uso del fuoco per l’abbruciamento del materiale ricavato dalla pulitura del suolo dei castagneti da frutto in coltura è consentito solamente in piccole aree ben circoscritte; non è consentito l’utilizzo del fuoco andante per la ripulitura del suolo. L’abbruciamento è comunque vietato da un’ora dopo il tramonto ad un’ora prima del sorgere del sole e quando spira il vento. Quando vige “lo stato di grave pericolosità” le attività predette sono vietate in ogni caso.
- in occasione di feste patronali, manifestazioni o iniziative organizzate da associazioni o enti può essere autorizzata, dall’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste, l’accensione di uno o più fuochi a distanza inferiore a metri cento dal bosco per consuetudini folkloristiche. L’autorizzazione può contenere particolari prescrizioni di prevenzione. Quando vige “ lo stato di grave pericolosità” le attività predette sono vietate in ogni caso.
Le infrazioni alle precedenti norme sono punite con sanzioni amministrative pecuniarie fatti salvi eventuali risvolti di rilevanza penale.

PER ALTRE NORME DI COMPORTAMENTO RIMANDIAMO A "REGOLAMENTO"

 

18/04/2013
 
Ente Parco di Montemarcello-Magra - Via A. Paci, 2 - 19038 - Sarzana (SP) Italy - Tel. +39/0187.691071 - Fax. +39/0187.606738 - Diritti riservati
P.Iva: 91009830117 - PEC: parcomagra@legalmail.it
Privacy - Disclaimer- Powered by Mantra Multimedia
Magra in Bici